David Bowie ci lascia assetati

La morte di David Bowie, come la morte di qualsiasi celebrità intasa i social network di icone e simbologie. Ormai è un dato di fatto e non importa come la si vede. Per alcuni è una manifestazione d'affetto, per altri di stupidità ma poco importa.

Il "segno" più condiviso in quanto legato all'identità di David Bowie è il "fulmine" arancione dipinto sul suo volto nella copertina del suo sesto album Aladdin Sane.

Sono stati condivisi fulmini di ogni genere, avatar personalizzati, disegni, illustrazioni... e fin qui tutto nella norma ma il problema è la percezione legata a chi come me lavora nel campo del branding e si ritrova quotidianamente ad aver a che fare con marchi, loghi, simboli e simbologie.

Infatti è da ieri che ho una voglia matta di bere un GATORADE. Il fulmine arancione, tipico marchio della famosa bevanda energetica infatti subliminalmente è penetrato nei miei pensieri stimolando la mia coscienza a desiderare un prodotto che neanche era pubblicizzato palesemente (anzi minimamente) nelle immagini apparse davanti ai miei occhi.

La curiosità mi ha spinto a vedere se GATORADE avesse "sfruttato" (sto per dire una cosa orribile, quindi preparatevi) la morte di David Bowie per lanciare un messaggio sui suoi Social Network vista la similitudine tra i segni. Purtroppo, anzi, per fortuna, Gatorade non ha generato nessun tipo di immagine o campagna legata a questo avvenimento.

Come concludere questa riflessione?! Forse è meglio lasciarla aperta e senza un reale senso come è giusto che sia.

 

  • gatobowie
Contacts

Send me an email:

info@liuzzodesign.com

Call me:

+39.392.63.72.545

Send me a postcard:

via E. Villoresi, 16
20143 Milano

News & Extra

Brand Territoriale: Un Logo Non serve!

Questo è il video (perdonate la qualità non eccellente) del mio Workshop tenuto ad Aprile 2018 al GRAnDE – Graphic Design Festival a Castelfranco Veneto dal titolo: “IL BELLO DEL BRUTTO – Identità territoriale senza stile ma con tanto stile”. Il workshop ha visto i partecipanti “vandalizzare” la statua del Giorgione, simbolo di Castelfranco veneto… Leggi tutto »

Read More

Meglio essere una bella trovata o una bella scoperta?

Ho avuto il piacere di fare una chiacchierata sul mondo del Graphic Design per il podcast “Credi Crea” e con il gentilissimo Michele Amitrani. Abbiamo discusso di personal branding nell’era del sovraccarico informativo, di cosa fare prima di studiare Graphic Design e di come sia importante farsi scoprire e non farsi trovare. Vi invito ad… Leggi tutto »

Read More

Il Brand chiamato Natale e il suo CEO

Durante una delle mie lezioni del corso di branding presso lo IED di Milano ho approfittato dell’imminente arrivo del natale per proporre un esperimento, della durata di appena 5 minuti, che potesse aiutare a comprendere quanto non esistano distinzioni tra personal e corporate branding ma solo strategie di branding. In quest’epoca di lotta tra l’individuo… Leggi tutto »

Read More